UNDICESIMA TAPPA “LO SPAZIO MORALE”

Il tema centrale della rassegna, organizzata e promossa dal CNAPPC e da diciotto organizzazioni no-profit, è la cooperazione degli architetti tra solidarietà e sostenibilità.
La mostra è ospitata dall’Ordine degli Architetti PPC della provincia di Brindisi, all’interno del piano terra dell’ex Convento delle Scuole Pie.

La rassegna, articolata in 37 pannelli, illustra parte dell’impegno civile degli architetti italiani che operano in situazioni emergenziali e critiche, nell’ambito della cooperazione internazionale a favore di popolazioni svantaggiate e in pericolo, in territori colpiti da disastri e conflitti armati o interessati da povertà e marginalità urbane e sociali.

L’obiettivo degli architetti è portare il valore dell’architettura laddove c’è più bisogno per promuovere la cultura del diritto per tutti, in contesti quali l’accoglienza, la scuola e l’assistenza sanitaria.

La mostra intende sottolineare dunque l’importanza di un settore che impegna tanti architetti e il cui valore è riconosciuto dalla comunità internazionale. L’iniziativa vuole anche evidenziare come la progettualità giochi un ruolo determinante nel settore umanitario, dove il costruire rappresenta un atto di responsabilità sociale ed ambientale.
I 18 organismi che insieme al CNAPPC hanno organizzato la Mostra sono: AfricaBougou associazione onlus; Archintorno associazione di promozione sociale; Architetti di Strada; Architetti senza frontiere Italia; Architetti senza frontiere Sicilia e Calabria; Architetti senza frontiere Toscana; Architetti senza frontiere Veneto; AK0 Architettura a kilometro zero; Architettura senza frontiere onlus; Architettura senza frontiere Piemonte; Arcò-Architettura e Cooperazione; La Scuola di Arcò; Associazione Balouo Salo; Atout African Arch.it; Kallipolis; Liveinslums ong; Load; Verso.

La mostra sarà inaugurata giovedì 26 p.v. alle ore 17.30, alla presenza del Consigliere Nazionale Marcello Rossi.

La mostra rimarrà aperta sino al 11 giugno 2022, tutti i giorni dalle ore 9.00 alle ore 13.00 e dalle ore 17.00 alle ore 20.00, escluso la domenica. La mostra rimarrà aperta il sabato dalle ore 9.00 alle ore 13.00.